«

»

Lug 21 2017

Stampa Articolo

RISCHIO DISCARICA FER.LIVE IN AGRO DI BITONTO

DISCARICA FER.LIVE

Immagine2

Nuovo rischio ecologico, sanitario, economico, paesaggistico legato all’insediamento di una discarica di rifiuti industriali nel territorio di Bitonto.

La zona individuata per l’insediamento della discarica Fer.live,  in agro di Bitonto è località Colaianni, che dista, in linea d’aria, circa 4 km da Palombaio,  6 km da Bitonto e 7 km da Terlizzi.

Il sito individuato è una ex cava di pietra calcarea che lambisce una componente geomorfoidrologica costituita da una corso d’acqua denominato “Lama di Macina”.

L’area, a prevalente vocazione agricola, è circondata da uliveti, da cui si ricava l’olio extra vergine di oliva a denominazione protetta (DOP) “Terra di Bari”.

Inoltre la zona è caratterizzata da solchi erosivi che rendono instabile la sicurezza idraulica del sito e da un basamento calcareo-dolomitico ad “alta permeabilità” localmente interessato da sistemi di fratture ad altro rischio di infiltrazione con conseguente possibilità di inquinamento del sistema di falde acquifere sotterranee.

Immagine1

La società Fer.Live per poter avviare il progetto per la realizzazione di una Piattaforma integrata, per il trattamento di rifiuti industriali di varia provenienza, con annessa discarica, nel Comune di Bitonto, ha chiesto ed ottenuto dalla ex Provincia di Bari, nel dicembre 2011, un giudizio di compatibilità ambientale favorevole chiamato VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) con durata di 5 anni.

A questa valutazione ambientale, si aggiunge, nel caso di attività che prevedono la gestione di rifiuti,  una seconda autorizzazione rilasciata  dalla Provincia competente per territorio, chiamata AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) che la Società Fer.Live non ha mai ottenuto. Contro il diniego dell’AIA, infatti, la Fer.Live nel 2013 ha fatto ricorso al TAR dove il Comune di Bitonto si è opposto. Nel 2016 il Tar ritiene il ricorso in parte infondato e in parte inammissibile. A gennaio 2017 La Fer-Live propone ricorso in Consiglio di Stato.Si è in attesa di sentenza.

Fin qui il rischio ecologico, sanitario, economico, paesaggistico legato all’insediamento di una discarica  nel territorio di Bitonto sembra scongiurato.

La Società Fer.Live, che nel frattempo ha acquistato molti dei terreni a confine con la cava di pietra (probabilmente nell’ottica di un ampliamento del volume da trasformare in discarica??) ha richiesto nel dicembre 2016 la proroga della VIA (scadenza quinquiennale).

In un primo tempo l’attuale città Metropolitana di Bari negava la proroga della VIA. Il 13 Febbraio 2017 la stessa società promuoveva ricorso al TAR avverso il diniego della VIA. Il 24 maggio 2017 il Dirigente della Città Metropolitana forniva, inaspettatamente,  parere favorevole in merito alla concessione della proroga del provvedimento di VIA.

Il 14.6.2017, con determinazione Dirigenziale n. 3346, viene rinnovato, alla Fer.live,  il termine di scadenza del giudizio di compatibilità ambientale per altri 5 anni.

DOC-20170615-WA0001[1]

Una nuova ombra appare sul futuro della città di Bitonto.

Il Comune di Bitonto, sollecitato dal nascente Comitato Cittadino  NO DISCARICA FER.LIVE,  dichiara pubblicamente la propria opposizione all’insediamento della discarica con un intervento ad opponendum, nel ricorso promosso dinanzi al TAR Puglia dalla FER LIVE avverso il provvedimento della Città Metropolitana di diniego della proroga del termine di efficacia del provvedimento V.I.A. DD. n. 858 del 30/12/2011.

Con Delibera di Giunta del 20.7.2017, l’amministrazione comunale, impugna lo stesso provvedimento della Città Metropolitana, che prorogava la validità della V.I.A. per la società Fer-live. per il trattamento ed il recupero di metalli da rifiuti con bacino energetico secondario in agro di Bitonto, loc. Colaianni, Strada vicinale di Sotto.

Ora la Città Metropolitana dovrà esprimersi sulla stessa fase del procedimento che fu bocciato la scorsa volta.

Intanto i cittadini continuano a dichiarare il proprio NO riunendosi nel comitato NO DISCARICA FER.LIVE, cui aderisce anche il primo cittadino,  per informare la comunità con opera di sensibilizzazione, volantinaggio, workshops pubblici e mantenere  alta l’attenzione sulla questione.

 

DOCUMENTAZIONE:

http://www.cittametropolitana.ba.it/home_page/struttura_e_organizzazione/00004840_AIA__Fer.Live_srl__Bitonto.html

http://bitonto.trasparenza-valutazione-merito.it/web/trasparenza/albo-pretorio/-/papca/display/3404740

dlg_00135_20-07-2017

 

FACEBOOK: NO Discarica Fer.Live

https://www.facebook.com/noferlive/

MAIL:comitato.noferlive@libero.it

 

Permalink link a questo articolo: http://www.inachis.org/wordpress/?p=3504